Un libro da leggere e rileggere

L'altra figlia - Cicapui

Non avevo letto mai nulla di questa autrice e ora che ne parlo in giro tutti mi dicono meraviglie. In effetti la Ernaux è una scrittrice sopraffina. Questo è un romanzo breve scritto in prima persona. 81 pagine. Ma è come se ne avesse 81 mila tanta è la roba che ci sta pigiata dentro.

Siamo nel 1950. In una domenica d’estate, lei, bambina, ascolta per caso le chiacchiere della madre con un’amica e scopre inaspettatamente che prima di lei c’è stata un’altra figlia, morta di difterite a sei anni. Una bambina di cui la madre dice: “Era più buona di quella lì”. E quella lì sarebbe lei. E da quel Lì si diparte il romanzo che è il racconto di una ferita, antica e dolorosa, una storia di assenze e di colpe, di mancanze vive e di passati mai passati.

È un bel libro molto intenso da leggere e rileggere.

“Negli anni Cinquanta gli adulti consideravano noi, i bambini, come creature dalle orecchie trascurabili, davanti alle quali si poteva dire di tutto senza conseguenze a eccezione di ciò che riguardava il sesso, a cui si poteva soltanto alludere…”

L’ALTRA FIGLIA di Annie Ernaux. L’orma editore.

 

Related Posts