Tra Snob Dylan e montante della macchina

Non so se avete sentito che Bob Dylan ha vinto il premio Nobel per la letteratura. È scoppiato un torrone mai più finito, perché non erano tutti d’accordo. Alcuni dicevano che lui non è uno scrittore puro ma uno Chansonnier… io non mi metto nella disputa dato che sono una deficiente. Comunque gli assegnano questo premio Nobel per la letteratura e lui sparisce.. Risposta non c’è, chi lo sa, o forse perduta nel vento sarà.

Niente, non si fa vivo, non si sa dove sia finito… blowing in the wind. Persino la Sciarelli aveva detto magari mandiamo una foto a Chi l’ha visto, non si sa mai. Invece questa settimana finalmente si fa vivo e dice: “Purtroppo non posso venire a ritirare il premio Nobel perché ho altri impegni”.
Quando ho letto questa notizia mi è venuta voglia di prendere una di quelle pale di ferro e poi pam pam pam pam …. Ma puoi? Cos’è? Hai detto a tuo cugino che devi svuotare la cantina? O forse ti sei incazzato perché non riuscivi a montare un comodino dell’Ikea? E quindi c’hai una sorta di odio nei confronti della Svezia? Va a saperlo!

Poi dicono: “eh… Ma è Bob Dylan”… Bob Dylan? Bob Dylan una mazza! Rispondi come l’ultimo stronzo?

Allora se tu prendi il premio della letteratura, non il premio Master Chef, scrivi due robe… ingegnati un attimo! Non ti piace quel premio lì? Hai solo da dirlo “Snob Dylan”. Dicci: “Siete dei Pirla. Questo è un premio da Pirla e io non vengo”. Oppure: “Purtroppo non posso venire quel giorno lì, perché devono cambiare il contatore del Gas e devo stare in casa. Oppure mi dispiace non posso venire perché sono intollerante al Glucosio e ai Nobel. Non posso venire perché quel giorno lì prendo il Pulitzer… perché mi devono fare l’impianto ai denti… “.
Secondo me la giuria capirebbe, che poi non è che brilla proprio per furbizia. Perché lo sapevano da subito che Bob Dylan fa venire i vermi! Avevano solo da dire che il premio lo davano a Philip Roth e a lui una scatola di Marron Glacé con scritto “bravo anche tu!”.
Facciamo un appello a Snob Dylan… Dai retta ad una cretina. Vai a prendere sto cacchio di Nobel! Vivi la vita che noi vorremmo e non possiamo vivere. Ti rendi conto che ci sono dei personaggi che godono come pazzi a prendere un Telegatto? C’è gente che si mette lo smoking per farsi premiare da Daniele Piombi. Ci sono dei corridori in bici, che la domenica mattina rischiano l’infarto per un podio alla fiera della castagna. E tu non vuoi andare a prendere il Nobel?

Tra l’altro ha tempo sei mesi per fare questa lectio magistralis, e se non la fa addio agli 800.000 €. Vedrai che quella la fa! Ma forse Bob non è capace di fare il discorso? E allora Bob fai come Melania Trump… copialo. Copiane uno di De Gregori.

Adesso parliamo di donne al volante… da un’inchiesta dell’Unione Europea è risultato che sono molto meglio degli uomini. Noi donne siamo più prudenti, più attente e paghiamo anche meno di assicurazione… donna al volante polizza costante.

Però è vero che abbiamo qualche difficoltà nel parcheggio. Per parcheggiare diamo un colpo alla botte e uno al cerchione. Ma è colpa degli uomini. Che ci hanno fatto credere che 20 cm sono pochissimi.

Non capisco come mai allora non possiamo fare le pilotesse di Formula 1. Non dobbiamo parcheggiare, le gomme le cambiano loro, quindi… Boldrini ho scritto anche pilotessa pensa come sono figa! Volevo approfittare di questa parentesi di macchine e motori per dire una cosa che mi sta sul gozzo di tacchina da un po’ di tempo. Volevo parlare del montante del parabrezza della macchina. Quei due pezzi di plastica ai lati del parabrezza larghi come il cranio di Mario Sechi. Scrivete tutti #montantedellamacchina  … quella roba lì è un apostrofo rosa tra le parole “non vedo” e “una minchia”. Perché crea un angolo cieco. Io dico solo questo, facciano macchine sempre più sofisticate che hanno i cruscotti che sembrano le cloche di un aereo, che sia aprono con uno sputo perché riconoscono la saliva del proprietario e poi non riusciamo a fare dei montanti trasparenti? Non dico di toglierli, ma di farli che si possa vedere all’interno. Facciamo i femori di titanio, le dentiere di zirconio, le rotule di polietilene e non possiamo fare una minchia di montante che sia trasparente? Non che tu motorino mi passi attraverso e io ti vedo all’ultimo momento. Se no devi avere gli occhi come le donne di Picasso e riuscire a vedere.

Volevo fare un appello a Marchionne che è il più grande costruttore di macchine italiane in America. Marchionne? Ma vogliamo fare una macchina con il montante trasparente? Ma chiamiamo qualche cervello in fuga dall’estero, che pensi qualche cosa… qualche mastro plasticaio che impasti qualche cosa. D’altronde la tua azienda si chiama F.CA… un’azienda molto femminile. Perché no?

Related Posts