Oggi inizia l’estate… Ecco le dieci grandi domande

Le grandi domande dell'estate | Cicapui

Oggi è il 21 giugno, il giorno più lungo dell’anno… Il Solstizio d’estate che ci riscalda i cuori, anzi direi ci surriscalda. E come vi ho già detto, ne approfitto per fare un appello ai nostri cari uomini. Allora cari, per l’estate sappiate che: “Se una donna vede un uomo con il fantasmino, si sposta il punto G”. E inoltre, se aggiungete anche la sopracciglia a rondine, a noi donne viene la crosta lattea. Ecco una serie di richieste, le grandi domande dell’estate:

Perché a teatro ci va solo gente con la tosse?

Perché se il parcheggio sembra libero poi c’è sempre una smart?

Quale forza misteriosa spinge anche gli uomini più educati a rispondere vaffanculo, alla voce della Viacard che dice: “Grazie, Arrivederci.”?

Esiste una spiegazione dignitosa all’edera di plastica?

Perché nei cellulari di oggi che costano 1000 € e tra un po’ ti fanno persino il caffè, se li spegni, non funziona la sveglia?

Perché certe aziende dentro le maglie mettono le etichette grosse come Pordenone? Adesso le tengo tutte sul comodino e leggo tre o quattro capitoli sul lavaggio a secco prima di addormentarmi.

Come mai solo un italiano su mille supera i due metri di altezza, e te lo ritrovi sempre seduto davanti al cinema?

Perché in pizzeria, prima leggi tutto l’elenco delle pizze e poi ordini sempre una margherita?

Perché quando ti chiamano al telefono e stavi dormendo, rispondi sempre: “No non stavo dormendo!”… ?

Visto che i serial killer, sempre a detta dei vicini, sono delle brave persone, carine e gentili. Non sarà meglio avere dei vicini teste di minchia?

Related Posts