Il Matrimonio di Filippa: ecco il mio reportage

Volevo fare gli auguri a Filippa.. sono andata anche per lavorare e ho fatto un reportage pazzesco e adesso gareggio al Pulitzer. È stato bellissimo e io ero curiosissima di conoscere i parenti svedesi li immaginavo tutti alti, biondi, vichinghi, ma sembravano calabresi. Il fratello di Filippa sembra il testimonial di uno spot Dolce e Gabbana , il filippo bellissimo uomo. Magari Filippa non lo sa, non è svedese e ha uno zio che si chiama Turi.

C’è stato anche l’addio al nubilato che uno si immagina andrà in uno di quei locali con i maschi in mutande, invece guarda che bell’addio al nubilato con le sue amiche sembra l’esercito della salvezza. Tranquilla, beata. La mamma di Filippa è bellissima è alta tre volte me.

Vediamo da subito, inizia Daniele che arriva con la Ferrari, per non farsi notare e la posteggia proprio nel prato e pare che scendendo abbia detto “Ricordiamoci dove l’abbiamo posteggiata”.

Poi è arrivata Filippa co la macchina di Batman e an certo punto Enzo Miccio l’ha scambiata per una tovaglia.

C’erano un sacco di invitati 230, gente col pigiama a fantasia di foglie di marijuana. C’è stato un po’ il problema del prato fino al giorno prima pioveva, tutti con questi tacchi che sprofondavano nella fanga.

A un certo punto finalmente c’è stato un Sì. C’è stato un breve limone e noi siamo stati abituati a ben altro. Al Grande Fratello abbiamo visto dei mini pimer che non finivano più.

Ho fatto foto con i genitori dello sposo, la mamma e il papà di Daniele Bossari. Poi faccio vedere com’era il posto. C’è stato un rinfresco bellissimo con le polpette dell’Ikea messe nei piattini come le palle dei conigli che nessuno mangiava, le ho mangiate io.

C’era Cecilia, Ignazio ma che fighi sono. Visti da vicino dei fighi poi guardi te (Fabio Fazio) e dici ma perché la natura è stata così matrigna. La Rodriguez mi passava vicino io non sono mai stata lesbica ma ci credi che…

C’è stato l’abbraccio finale: momento C’è posta per te in cui auguro a Filippa e Daniele tanto amore.

C’erano piatti svedesi, italiani, mancavano gli spaghetti cacio e pepe che piacciono molto a Penelope. Penelope Cruz ha fatto la madrina alla partita del cuore, mentre i nostri politici si scannavano per decidere chi aveva le poltrone, i saltimbanchi e giullari correvano dietro una palla per tirare su i soldi per la ricerca. Antonella Clerici ha fatto un’intervista a Penelope Cruz e lei ha detto che fa molto bene la carbonara ma ha molte difficoltà a fare un altro piatto…

La ricetta della felicità. #moltodifficile #telogarantisco @antoclerici

Un post condiviso da Luciana Littizzetto (@lucianinalittizzetto) in data:

Related Posts