Il mio appello agli amministratori: “Pensiamo a chi vive in carrozzina”.

Volevo mandare un bacio alla famiglia di Niccolò Bizzarri, un ragazzo di 21 anni di Firenze che qualche giorno fa, mentre andava all’università, è finito con la sua carrozzina dentro una buca e purtroppo è morto di dolore e di spavento. Io sono una privilegiata perché anche in questa sfiga mi rialzerò, invece ci sono persone che stanno in carrozzina tutta la vita e quindi dobbiamo pensare moltissimo a loro.

Gli amministratori devono pensare a loro e considerarli una priorità. Devono essere protetti, evitando in tutti i modi che le strade diventino trappole pericolose. In tutte le lingue c’è un’espressione che suona più o meno come “Mettiti nei miei panni”. Allora quando il destino, come è capitato a me, ti mette davvero nei panni degli altri, senti meglio, molto meglio anche il loro dolore.

Quindi Ciao Niccolò e un bacio alla famiglia.

Related Posts