Vi spiego il nuovo digitale terrestre, cosa cambierà

Dal 20 di ottobre parte la prima fase della sperimentazione del nuovo digitale terrestre. E si chiamerà DVB-T2, già dirlo hai bisogno di un integratore perché non te lo ricordi.

Ma l’ha voluto anche il nuovo amministratore della Rai che si chiama Fuortes, “Tu sì que fuortes”. Besame Fuortes. Con un cognome così puoi fare qualcsiasi cosa: l’amiraglio, il pirata, il conquistador. Ma adesso cosa succederà?

Con questa moltiplicazione dei pani e dei pixel si vedrà tutto più definito, l’immagine più chiara, non ci saranno più interferenze. Tutto bellissimo, ma la signora in giallo sempre in giallo rimarrà, magari un altro tono di giallo, ma sempre lo stesso caso risolverà dal 1986. Con questo nuovo digitale terreste anche il Tenente Colombo si vedrà con l’occhio più aperto. Servirà alla Clerici per vedere la pancetta più definita, ma per il resto.

Related Posts