Ddl Zan non è finita: educazione sessuale e sentimentale nelle scuole

Non mi è piaciuto l’applauso visto al Senato qualche giorno fa, che io pensavo fosse un posto pieno di probiviri e non la curva Sud di uno Stadio, si vede che la compostezza non fa più parte del corredo di un senatore. L’applauso è partito per festeggiare l’affossamento del DDL ZANla legge contro l’homotransphobia. In quest’anno in cui l’Italia vince in tutto il mondo., anche nei mondali di pasticceria, purtroppo perdiamo in casa e perdiamo nella gara più importante, quella di far sentire tutti uguali e tutti rispettati. Mi spiace perché questo disegno di legge era forse pieno di imperfezioni, ma bastava mettersi d’accordo e modificarlo e poi era una legge per dare diritti in più. Per aggiungere e non per togliere, per tutelare la diversità e l’inclusione. Pillon spillava gioia da tutti i pori, aveva il farfallino spianato come una corona di crisantemo, mancava si staccasse dal colletto e gli si posasse sull’inguine come la farfalla di Belen. Ma almeno lui è coerente, è sempre stato contrario alla legge e ci ha messo la faccia.

Io non sopporto quelli che dicono ero d’accordo sul principio, ma c’erano dettagli che non mi convincevano e non sto parlando di Renzi che era in Arabia Saudita, che, come si sa, è il faro dei diritti civili. Se mi chiedi due posti dove mi sento libera quelli sono Amsterdam e Riad. Io dico gli altri, quelli che hanno votato NO mentre un minuto prima dicevano SÍ, quelli che sono a favore delle Leggi civili solo il giorno del Gay pride o il giorno prima delle elezioni. Sentire queste discussioni di fino mi stupisce perché quando c’è da prendere i soldi della Finanziaria i senatori piazzano dentro la qualunque. Le leggi già ci sono e le tutele pure, perfetto allora facciamo una cosa rivoluzionaria inseriamo l’Educazione sessuale e sentimentale nelle scuole obbligatoria anche per i più piccoli, perché è da lì che parte tutto. L’unica cosa che mi consola è che intanto la Società è più avanti di voi, quei diritti sono nella testa della maggioranza delle persone per cui potremo dirvi, carissimi fate con comodo, noi vi aspettiamo qua.

Related Posts