La mia letterina al Ministro del Lavoro Orlando

Ho sentito che L’INPS vuole togliere l’assegno di invalidità ai disabili che lavorano con un reddito fino a 4921 euro l’anno che fa 400 euro di stipendio al mese. Il Ministro del Lavoro Orlando ha detto in effetti è una cagata e ha detto va bene me ne occupo io, risolverò la questione. Allora io ho preparato una letterina. Un memorandum.

Caro Orlando, tu che sei Orlando come il paladino, ma siamo noi che rischiamo di diventare furiosi. Caro Orlando Bloom, concordi anche tu che non esiste al mondo che si tolga l’assegno di invalidità ai disabili che lavorano, che quell’assegno è un diritto che non può essere alternativo all’impiego. Allora io ti dico che diamo redditi di cittadinanza a camorristi e mafiosetti, gente che in garage ha più Ferrari di Ronaldo e togliamo due soldi dove ce n’è più bisogno. Quindi INPS che vuol dire Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, previdenza vuol dire che bisogna un po’ previdere. Non so se sai Andrew, ti faccio due conti. Che poi questo assegno sono 287 euro al mese, ce poi che ci fa un disabile con questo assegno, si sciala, spreca, dissipa e dilapida? Sboccia Magnum con la sciabola ogni sera? Usa anelli di Tiffany come schiaccianoci, gira e si compra la Reggia di Venaria come pied a terre. Ma capisci che noi siamo qui a parlare di 287 euro mentre viene restituito il vitalizio a ex parlamentari che hanno avuto condanne definitive, che si sono comportati da farabutti ai danni dello Stato? Diamo i soldi a loro che sono abili, azni molto abili. Altro che togliere l’assegno, arrotonda Orly. Io farei 300 anzi 350, aggiungi tanto non sono soldi tuoi sono soldi nostri. Glielo dici tu a Draghi o glielo dico io? Mario l’assegno di invalidità fai 350, ci vediamo poi al Quirinale.

Related Posts