La letterina ai Savoia

I Savoia rivogliono i gioielli della Corona, che sembra un titolo che ti fa ripiombare nel Medio Evo. Quando i Savoia sono andati in esilio, gli immobili sono stati confiscati dallo Stato Italiano, invece i gioielli il Re prima di andare ha dato anche quelli allo Stato Italiano e ha detto per favore me li tieni? Così lo Stato Italiano li ha presi e li ha messi nel caveau della Banca d’Italia. E da allora sono sempre stati lì e sono passati 76 anni.

Quindi nel caveau della Banda d’Italia noi abbiamo un cofanetto di tre piani con undici sigilli che tengono tutto chiuso. Adesso il 7 giugno si trovano in tribunale Savoia contro Draghi che anche lì sembra il Trono di Spade. Dentro questo cofanetto ci sono 6732 brillanti, 2000 perle, diademi, bracciali. Valgono 300 milioni di euro.

Sono stati avocati allo Stato Italiano, adesso indietro Savoia. A questo punto ho deciso che a nome dello Stato Italiano ho scritto una letterina ai Savoia, ai Savoiardi, per mettere fine a questa diatriba.

Related Posts